Il quadrato magico “LO SHU”- Cadenza 6 di M. Rosaria Falbo

La storia dei quadrati magici è antichissima. La leggenda narra che l'imperatore Yu, della dinastia Hsia (circa 4200 anni fa), mentre si trovava in meditazione sulla riva del Fiume Giallo, vide uscire dalle acque una tartaruga, animale considerato sacro, che mostrava sul guscio dei segni particolari. Tali segni furono interpretati come un messaggio divino sui principi per gestire lo Stato.

Più tardi, circa 400 anni prima della nascita di Cristo) gli stessi segni furono interpretati come un quadrato magico 3x3, il primo della storia. Tale quadrato magico, chiamato Lo-shu, cioè "Il saggio del fiume Lo", era realizzato non con cifre, ma con piccoli cerchietti all'interno di ciascuna casella.

Con quel tipo di grafica il Lo-SHU è diventato successivamente anche forma di ornamento in ampie aree dell'Asia, assumendo un valore simbolico e propiziatorio legato alla credenza che un quadrato magico del genere, inciso su una piastra di metallo prezioso o nel cuoio, e portato al collo, potesse proteggere da gravi malattie e calamità. 

Questa tradizione perdura ancora oggi in alcuni Paesi dell'Oriente, dove questi simboli vengono incisi anche su utensili di uso quotidiano come ciotole e recipienti per la conservazione di erbe o di pozioni medicinali. Il quadrato di Lo-SHU, raffigurato nel grafico 1 con cifre anziché con cerchietti, ha costante 15 (ogni somma a fine riga, colonna o diagonale è uguale a 15); la somma di tutti i 9 numeri del quadrato è 45.     

Sia 15, sia 45 sono numeri triangolari.   

   

grafici di riferimento

Attraverso lunghe ricerche, ho esaminato il  comportamento di questo particolare quadrato. 

Ciò che dobbiamo fare è ristabilire l’armonia del 15. 

 

Esaminiamo insieme la cadenza 6.

Rintracciamo in una ruota qualsiasi  un ambo di cadenza 6:

estrazione di Palermo data 22/6/2013     8-86-18-66-14

(Vedi Fig. 1).  L’elemento mancante affinchè si possa ristabilire  

 l’equilibrio del quadrato magico è di figura 7; nel nostro caso 

 il 16 perché di cadenza 6.       Esito: il 16 esce al 5° colpo

 

Estrazione del 29/6/2013   ruota di Milano – 58-26-41-59-86

(Vedi Fig.2). Come potete notare il 26 andrà inserito nella casella

dello figura 8, e l’86 nella casella della figura 5. Manca la figura 2

cadenza 6 che è 56.                Esito: il 56 esce al 2° colpo! 

 

Sempre in data 29/6/2013 sulla ruota Nazionale-  69-29-50-46-6

(Vedi Fig.3). L’elemento mancante è di figura 8 cadenza 6; quindi

giocheremo il 26,che si sfalda al 2° colpo!

 

E per finire esamineremo un caso speciale che ha prodotto ben due ambate: estrazione del 29/8/2013  ruota di ROMA- 26-66-15-16-36     Troviamo ben 4 elementi di cadenza 6 che disponiamo nel quadrato magico: 26-66-16-36 -(Vedi Fig.4)

Le ambate da giocare erano: 76   e  86

                                      ESITO:il 76 esce al 5° colpo e l’86 all’8°.

    

La mia ricerca continua...                      

 

                                                                

 
Codici Maya
Codici Maya abilmente nascosti
Ines Arte & Hobby